04 Jul 2022 Protesi fissa su 4 impianti - domande e risposte utili

Protesi fissa su 4 impianti - domande e risposte utili

Le protesi dentali si distinguono in due macro-categorie: mobili e fisse. Se sono mobili possono portare a una serie di disagi per il paziente, come l’insufficiente stabilità dei denti all’interno della bocca o il fastidio di dover rimuovere sempre la protesi per poter effettuare l’igiene orale. Inoltre può entrare in gioco una problematica di natura psicologica, specie nei pazienti più giovani, costretti a indossare le famose “dentiere” o protesi rimovibili parziali.

Da tempo è possibile avere una dentatura fissa con l’implantologia. Anche il paziente con l’intera arcata edentula può essere riabilitato con la tecnica di protesi su 4 impianti. La totale mancanza di denti viene quindi risolta con il posizionamento di 4 impianti – o in alcuni casi 6 – ancorati in specifici punti della bocca: 2 impianti posizionati dritti
in verticale nei settori frontali e 2 impianti inclinati nelle zone dei premolari.

Abbiamo chiesto al Dr. Roldano Romolini di spiegarci al meglio questa tecnica rispondendo ad alcune domande.

La tecnica della protesi fissa su 4 impianti può essere caratterizzata da una procedura a carico immediato. Cosa significa?

Il carico immediato è la tecnica implanto-protesica che effettuiamo per far riavere i denti fissi ai pazienti clinicamente idonei in circa 24 ore. L’intervento dura circa un’ora, e nella stessa giornata, o al massimo il giorno successivo, il paziente esce dallo studio con i denti fissi provvisori. Sono provvisori perché dopo tre-cinque mesi, in cui vengono svolti attenti controlli e viene verificata la corretta guarigione, verrà confezionata l’arcata fissa definitiva che sarà realizzata con materiali adeguati per durare negli anni. Il paziente non dovrà quindi più preoccuparsi di rimanere senza denti in attesa della guarigione dei tessuti per posizionare successivamente la protesi fissa definitiva.

Come avviene la procedura per inserire la protesi fissa su 4 impianti?

La protesi dentale viene fissata alle ossa mascellari attraverso quattro impianti endossei (perni) realizzati in titanio (materiale biocompatibile che non provoca reazioni da corpo estraneo).

Questo tipo di protesi sono indicate in caso di completa mancanza di denti su un’arcata dentale (edentulia), o quando i denti rimanenti sono ormai così compromessi da non poter essere salvati. In questa situazione negli anni passati era quasi inevitabile il ricorso a protesi mobili (dentiera), poiché le alternative si rivelavano spesso complicate, invasive, costose o semplicemente indisponibili.

Quali sono quindi i vantaggi di questo tipo di protesi?

Avere nuovamente denti fissi in tempi brevi, con un intervento effettuabile anche in una bocca gravemente compromessa (ovviamente dopo aver stabilito l’idoneità dei pazienti). Inoltre il fatto che anche in casi di atrofia ossea la stabilità può essere comunque garantita.

Si può quindi dire addio alla dentiera?

Questa è la domanda che più spesso ci sentiamo fare in studio. I pazienti che si rivolgono alla nostra osservazione vogliono sapere se finalmente possono dire addio alla protesi mobile, di certo non sempre comoda per godersi un bel pasto, e nemmeno capace di assicurare una resistenza immutata nel tempo. Insomma tanti disagi e svantaggi importanti che possono essere annullati nel momento in cui si opti per le protesi fisse.

Limplantologia a carico immediato è sempre possibile?

A volte questa procedura non è possibile. Solo un esperto, dopo attenta valutazione clinico-strumentale può dirlo. Semplificando al massimo il ragionamento, diciamo che se la vite si stabilizza per bene nell’osso nella prima fase chirurgica, allora il dente o i denti fissi possiamo metterli subito e si parla di implantologia a carico immediato, altrimenti si dovranno aspettare da due a sei mesi.

Comunicazione sanitaria informativa ai sensi delle leggi 248/2006 e 145/2018 (comma 525) curata da: 𝐒𝐭𝐮𝐝𝐢𝐨 𝐎𝐝𝐨𝐧𝐭𝐨𝐢𝐚𝐭𝐫𝐢𝐜𝐨 𝐀𝐬𝐬𝐨𝐜𝐢𝐚𝐭𝐨 𝐒.𝐫.𝐥

𝘋𝘪𝘳𝘦𝘵𝘵𝘰𝘳𝘦 𝘴𝘢𝘯𝘪𝘵𝘢𝘳𝘪𝘰 𝘋𝘳. 𝘍𝘪𝘭𝘪𝘱𝘱𝘰 𝘙𝘶𝘴𝘵𝘪𝘤𝘩𝘪𝘯𝘪 - albo Odontoiatri di Arezzo n. 201 - 𝘈𝘶𝘵𝘰𝘳𝘪𝘻𝘻𝘢𝘻𝘪𝘰𝘯𝘦 𝘚𝘜𝘈𝘗 𝘊𝘰𝘮𝘶𝘯𝘦 𝘥𝘪 𝘔𝘰𝘯𝘵𝘦𝘷𝘢𝘳𝘤𝘩𝘪 - 𝘕.11071 𝘥𝘦𝘭 27/02/2019

Contatti

Prenota una visita

Telefono: +39 055 981037 - Whatsapp: +39 3440595780

Copyright © 2014 - 2019 Studio Odontoiatrico Associato - Romolini Rustichini Salmi Srl - P:IVA 01765080518 - Cap.Soc. €24.000,00 i.v.
Polizza Ass.va RCT/O ai sensi della Legge 24/2017 - n.ro 503500267698 Sara Ass.ni S.p.A. Massimale Assicurato € 2.000.000,00