29 Dec 2019 Perché sanguinano le gengive? Le cause principali

Perché sanguinano le gengive? Le cause principali

Perché sanguinano le gengive? Le cause principali. Le gengive di norma non devono sanguinare, ma se ciò accade e viene sottovalutato, può col tempo causare disturbi anche gravi. Non solo al cavo orale ma a tutto l’organismo.

Le gengive che sanguinano sono sempre la spia di qualcosa di anomalo, perché indicano la presenza di un’infiammazione provocata dalla formazione di batteri e placca sui denti che, se sottovalutata, può causare disturbi anche a tutto l’organismo, non solo alla bocca.

Non è corretto pensare che solo lo spazzolamento aggressivo - magari con spazzolini dalle setole dure - sia la sola ragione per la quale sanguinano le gengive, perché ci sono almeno cinque altre cause scatenanti.

1 - Soffrire di stress o insonnia o mangiare male

Eh sì, stress, insonnia e un’alimentazione errata - oltre che su molte altre cose - vanno ad incidere negativamente anche sulla capacità dell’organismo di combattere le infiammazioni causate dai batteri del cavo orale. Il consiglio: attuare una dieta ricca di proteine, verdure e vitamine C e D aiuta a mantenere ossa e gengive in salute.

2 - Assumere alcuni medicinali

Antidepressivi o farmaci per la pressione sanguigna possono causare secchezza orale. La mancanza di saliva permette ai batteri di proliferare e di danneggiare così le gengive, che appariranno gonfie e a volte sanguineranno.

Il consiglio: nel caso in cui si sospetti che un determinato medicinale sta seccando il cavo orale, è d’obbligo una visita dal dentista o dal medico, che consiglieranno il rimedio più adatto per mantenere i tessuti gengivali lubrificati.

3 - Non raggiungere tutti i punti con lo spazzolino o il filo

In 24 ore i batteri possono scatenare un’infiammazione delle gengive. Quindi, se il giorno prima non si è fatta una buona igiene orale, comprensiva di filo interdentale, le gengive potrebbero sanguinare.

Il consiglio: impara a lavarti i denti correttamente e ad utilizzare BENE spazzolino e filo. Chiedi consiglio al tuo dentista di fiducia riguardo ai migliori prodotti per l’igiene da utilizzare e come utilizzarli nel modo più corretto.

4 - Fluttuazioni ormonali

«Le variazioni ormonali che si verificano, ad esempio, durante la pubertà, la gravidanza, la menopausa o il ciclo rendono il cavo orale più sensibile alla placca e questa può scatenare il sanguinamento delle gengive. Il consiglio: un risciacquo col colluttorio o una sessione extra di filo interdentale possono servire a tenere sotto controllo la placca, in attesa che gli ormoni si normalizzino.

5 - Altre patologie

Patologie particolari possono danneggiare il sistema immunitario e portare così a gengive gonfie e sanguinanti.

Il consiglio: se il sanguinamento è continuo e costante per più di due settimane, è bene rivolgersi al proprio dentista per capire se è il caso di sottoporsi a controlli medici più specifici e approfonditi.

Studio Odontoiatrico Associato

Un team di dentisti odontoiatri e personale paramedico esperto e qualificato.

Prenota una visita

Copyright © 2014 - 2019 Studio Odontoiatrico Associato dei Dottori Romolini, Rustichini, Salmi – Società a Responsabilità Limitata - P:IVA 01765080518