Sbiancamento Dentale

Sbiancamento Dentale

Sbiancamento dentale - Denti bianchi

La maggioranza delle variazioni di colore (discromie) dei denti è un inestetismo che oggi è possibile modificare con semplici manovre di sbiancamento professionale o domiciliare anche nei casi più difficili come quelli con macchie dovute all’assunzione di farmaci (tetracicline). I pigmenti, che possono cambiare il colore del dente, si dividono in interni alla struttura ed in esterni o di superficie.

Quelli esterni sono rimovibili meccanicamente con manovre di igiene professionale mentre si usano metodiche chimiche per quelli strutturali sia congeniti (macchie da farmaci tipo tetracicline, ecc) sia sopraggiunti successivamente (tannino del vino, cibi coloranti,ecc.). Esistono metodiche di sbiancamento domiciliare con mascherine notturne dette home bleaching, ma oggi è possibile scegliere uno sbiancamento in una sola seduta in studio.

Questo metodo si avvale di sostanze altamente sicure e atossiche per il dente, attivate da una lampada a luce fredda: così si risparmia tempo con risultati estremamente precisi. Tale metodologia agisce unicamente sullo smalto dentale e non sulle corone in porcellana o sui restauri in composito che rimarranno dello stesso colore, mentre i denti devitalizzati possono essere trattati sia dall’esterno con lo stesso metodo dei denti vitali, sia dall’interno del canale.

Per approfondire:
Sbiancamento Denti - Wikipedia, l’enciclopedia libera